Expro, lo stile dell’innovazione su VistaCasa

VistaCasa ha pubblicato un articolo sull’allestimento di Expro 2010.

EXPRO 2010, LO STILE DELL’INNOVAZIONE

L’appuntamento “Expro”, contenitore di idee, sperimentazione ed innovazione, si conferma anche nell’edizione del 2010 come un’importante vetrina delle realtà produttive artigianali ed industriali della nostra regione.

[…]

La peculiarità di questa manifestazione è il concept espositivo: Expro, infatti, punta a rappresentare in modo anticonvenzionale, originale e creativo gli ambienti domestici individuando per ciascuno una selezione di aziende rigorosamente regionali che con i loro innovativi prodotti interpretano il tema della manifestazione. L’edizione di quest’anno è dedicata al concetto futuristico dell’abitare e, più in generale, rappresenta alcuni aspetti tecnologici che entrano a far parte del nostro vivere quotidiano. I prodotti così disposti danno vita a spazi omogenei capaci di coinvolgere integralmente il visitatore grazie anche a originali esperienze multisensoriali: oltre ad apprezzare il design degli arredi, si possono apprezzare i profumi della sedia Mary di Zilco che emana essenze e le musiche elettroniche originali create appositamente dal dj M° Roberto Girolin. Anche questa edizione 2010 vede confermata la sede della manifestazione, ospitata nel complesso scolastico “Enrico Fermi” di Majano, e la scelta di sottolineare la matrice regionale di tutti i prodotti ed aziende espositrici partecipanti: scopo dell’iniziativa valorizzare il Friuli Venezia Giulia come culla d’eccellenza in molteplici settori. Formula di promozione, questa, altamente innovativa che spinge il consumatore a conoscere realtà locali facendo esperienza di un ambiente piacevole più affine a una installazione artistica che a una vetrina commerciale. Il fatto che le aziende coinvolte siano esclusivamente regionali e quindi condividano lo stesso tessuto economico e sociale, favorisce l’aggregazione fra imprese come già accaduto nelle scorse edizioni. Questi scambi si sono dimostrati forieri di opportunità anche per quanto riguarda i rapporti di collaborazione tra aziende e con le principali associazioni di categoria (Confindustria Udine, Confartigianato) ed istituti di credito.

A ribadire l’importanza dell’iniziativa quale catalizzatore di attività produttive, nello spazio storicamente dedicato all’interno dell’area espositiva alla Fondazione Rino Snaidero, vengono quest’anno collocati una serie di tavoli di lavoro e promosse le attività di contatto e di sviluppo progettuale con le imprese del territorio- oltre le idee la concretezza dell’immaginazione, oltre l’immaginazione la concretezza delle idee-, grazie all’accordo firmato lo scorso anno con Confindustria Udine, che contribuisce a trasformare la visita a Majano in un’occasione per futuri incontri di business.

Le numerose peculiarità connaturate all’iniziativa ed al suo concept espositivo, hanno prodotto importanti riscontri testimoniati dal crescente peso che l’appuntamento sta acquistando negli anni e dalla pubblicazione delle immagini della mostra su blog e siti internet anche internazionali.

Infine, la volontà di accrescere l’interesse culturale di questa manifestazione ha portato alla nascita di una serie di eventi collaterali all’Expro. Merita particolare attenzione la mostra fotografica “L’emozione di progettare il futuro” realizzata in collaborazione con Udinèdesign e l’esclusiva esposizione dei bozzetti della seconda edizione del concorso DAM – design accessori moda e mobile – promosso da Confindustria Udine in collaborazione con importanti realtà industriali e scolastiche del Fvg della Provincia. Un’occasione irrinunciabile capace di attirare l’attenzione di un pubblico trasversale verso una manifestazione che, per la cura, eleganza ed attenzione rivolta al dettaglio è destinata crescere ed acquisire una sempre maggior attenzione da parte del pubblico e degli addetti al settore.