Un nuovo format espositivo per le aziende friulane

VistaCasa ha dedicato un articolo a Expro 2009:

Uno showroom molto particolare condiviso tra più di 70 aziende del Friuli Venezia Giulia, un appartamento dedicato al benessere e all’innovazione nell’abitare domestico.

ExPro 2009, manifestazione estiva parallela al Festival di Majano, è stata, per la sua storica propensione all’aggregazione tra aziende locali, il contenitore ideale per presentare questo nuovo format espositivo creato da Nicoletta Bertolissi e Andrea Ruffini dello studio Ideas in Progress di Udine.

E’ stato creato uno spazio esperienziale studiato affinché, attraverso il lay-out, il visual delle ambientazioni e la scelta dei prodotti, fosse in grado di coinvolgere e stimolare i visitatori riproducendo gli ambienti e i temi tipici del vivere domestico, arricchendoli di spunti e provocazioni trasversali ed insolite rispetto al tema della casa.

La natura dell’esposizione ha permesso di mettere in contatto, in alcuni casi per la prima volta, l’arredo con altre tipologie di prodotti (complementi, sorgenti sonore, finiture murali, pavimentazioni ecologiche, soluzioni illuminotecniche, prodotti beauty, ecc.). A questo proposito Paolo Farfoglia di Microfox, che assieme a Legnotecnica e FrancoCeccotti ha presentato in anteprima i frutti della loro collaborazione, racconta: «La semplicità con cui abbiamo allestito alcuni prodotti che hanno riscosso un buon grado di interesse dimostra quanto sia fondamentale creare e alimentare una rete che avvicini realtà differenti tra loro; allestire spazi come questi genera interessanti spunti, più spontanei e originali di quelli che si otterrebbero seguendo canali convenzionali di collaborazione».

Tra i tanti visitatori all’ExPro di Majano non poteva mancare Adriano Luci, presidente di Confindustria Udine, interessato a constatare di persona il risultato della collaborazione tra tante aziende: «Mi ha fatto un’ottima impressione – commenta – l’allestimento dello spazio espositivo, così come mi ha fatto piacere scoprire nuovi prodotti realizzati dalla sinergia tra aziende anche appartenenti ad altre associazioni di categoria. È la dimostrazione questa – solo un piccolo ma illuminante esempio – di quanto le imprese possono fare collaborando assieme. Sarei contento di veder amplificato e reso contaminante anche per altri progetti il comportamento virtuoso sperimentato».

Fa eco Arianna Arizzi, referente del progetto per Confindustria Udine: «La ricerca dei partner del progetto, che hanno subito apprezzato la novità del format e vi hanno aderito con entusiasmo, ha spaziato non solo tra le aziende appartenenti al settore mobile-arredo, ma tra imprese delle più differenti categorie merceologiche. Ed è proprio in questo che risiede il successo dello “showroom condiviso”: mettere in contatto diverse realtà del territorio, rappresentate soprattutto da piccole e medie imprese, che grazie a spazio e logiche comuni possono sperimentare nuove strade per crescere e promuovere l’eccellenza imprenditoriale del Friuli». E aggiunge una considerazione sul team di lavoro: «Collaborare con un’agenzia come Ideas in progress ha fatto la differenza: alla base di tutto quello che si è potuto vedere e vivere ad ExPro c’è una grande idea innovativa e soprattutto un ottimo lavoro di squadra che ha permesso di offrire alle aziende un’occasione di confronto e di convivenza».